Palermo-Empoli 3 a 3. Pareggio che sa di beffa per i rosanero

0
16
Esultanza dei calciatori del Palermo dopo aver sbloccato il risultato

Oggi al “Barbera” era previsto il big match della terza giornata di Serie B tra Palermo e Empoli, due squadre candidate alla promozione in massima serie. La partita si è conclusa con uno spettacolare 3 a 3 ma è forte la delusione tra i rosanero per le modalità con cui è arrivato il pareggio dei toscani che hanno raggiunto nel punteggio il Palermo grazie alla trasformazione di un evitabilissimo calcio di rigore nei minuti di recupero.

Il Palermo è partito subito forte trovandosi dopo 15 minuti in vantaggio per 2 a 0 grazie a Cionek bravo di testa a battere l’estremo difensore dell’Empoli Provedel e a Coronado che ha raddoppiato con un gran goal da fuori area. A metà del primo tempo l’Empoli ha accorciato le distanze con Simic e sul punteggio di 2 a 1 si è conclusa la prima frazione di gioco.

Nella ripresa dopo un buon inizio del Palermo, l’Empoli ha trovato il pareggio con Caputo che con un gran tiro ha battuto Posavec. Nonostante la stanchezza dovuta al gran caldo e ai tanti calciatori rosanero impegnati in settimana con le rispettive nazionali il Palermo al 77′ è tornato in vantaggio grazie a Gnahoré bravo a battere Provedel sfruttando un assist di Rispoli. Nei minuti di recupero lo stesso Gnahoré si è però reso protagonista, stavolta in negativo, stendendo in piena area di rigore un avversario e inducendo l’arbitro Aleandro Di Paolo a concedere il calcio di rigore. Dagli undici metri Caputo ha battuto Posavec firmando la sua personale doppietta e fissando il risultato sul definitivo 3 a 3.

Nel prossimo turno di campionato il Palermo sarà impegnato in trasferta sabato prossimo alle 15 contro il neopromosso Foggia.

(Salvo Scaduto)