Nello Musumeci: “È la mia storia a parlare per me, mi fa sorridere la doppia morale dei grillini”

0
12
Nello Musumeci, presidente della Regione Sicilia

Da giorni Nello Musumeci, candidato governatore in Sicilia del centrodestra, subisce pesanti attacchi, specialmente dal candidato presidente del Movimento 5 Stelle Giancarlo Cancelleri, che ha stilato una lista di candidati, a suo dire, impresentabili presenti nelle liste di centrodestra. In questa lista c’è anche Antonello Rizza sindaco di Priolo candidato nelle liste di Forza Italia che ieri è stato arrestato per truffa. Subito dopo l’arresto Musumeci ha dichiarato che Rizza chiese di candidarsi nella lista “Diventerà Bellissima” e che non venne accontentato proprio per i suoi problemi giudiziari, scaricando di fatto la responsabilità su Gianfranco Miccichè e Forza Italia che invece hanno permesso la candidatura.

Dopo l’arresto ovviamente non si sono fatte attendere le reazioni del Movimento 5 Stelle con Giancarlo Cancelleri e Luigi Di Maio che hanno duramente attaccato Musumeci e la coalizione di centrodestra.

Nello Musumeci, cadidato Presidente del centrodestra alle elezioni regionali in Sicilia

La replica di Nello Musumeci è arrivata oggi con questo post pubblicato sulla propria pagina Facebook:

Io non temo la contaminazione. È la mia storia a parlare per me. Ecco perché mi fa sorridere la doppia morale dei vertici grillini. Una setta giustizialista con gli avversari – che considerano nemici – e garantista quando ci sono da blindare le poltrone dei loro amministratori indagati, da Livorno a Bagheria, passando per Roma. Sono i partiti, tutti i partiti, che debbono garantire candidati indiscutibili per questo mi sento di ribadire la mia vicinanza politica e istituzionale ai magistrati siciliani, specie a coloro che sono impegnati in indagini e processi di mafia e in procedimenti per reati contro la pubblica amministrazione che riguardano figure politiche di qualunque colore o schieramento. La magistratura continuerà ad avere da me sempre – anche nell’eventuale ruolo di presidente della Regione Siciliana –  sostegno e collaborazione, senza zone franche, senza se e senza ma.

(Salvo Scaduto)