L’ARS introduce l’elezione diretta per Liberi consorzi e Città metropolitane (Ex province). Al voto nel 2018

0
13

La Commissione Affari istituzionali dell’Assemblea Regionale Siciliana oggi ha approvato il disegno di legge che introduce l’elezione diretta dei presidenti e dei consiglieri dei Liberi consorzi e Città metropolitane. Ora occorre l’ultimo passaggio e cioè che la legge venga votata e approvata dal Parlamento Regionale, ma la votazione quasi all’unanimità dei vari schieramenti politici in Commissione fa presagire la sicura approvazione della legge e al ritorno al voto già dal 2018.

Quindi saranno quasi sicuramente i cittadini a votare gli organi delle Ex Province trasformate nel 2013 in Liberi consorzi e Città metropolitane e da allora gestite da commissari nominati dalla Regione. A questo punto naufraga la modalità di elezione cosiddetta di “secondo livello”, in cui avrebbero votato solo gli amministratori locali, scelta in un primo momento dal Governo Regionale.

La Commissione ha stabilito anche che si voterà entro il 28 febbraio del 2018. Rispetto al passato inoltre è stato diminuito del 30% il numero dei consiglieri.

(Salvo Scaduto)