La Sicilia maglia nera per numero di giovani che non studiano e non lavorano

0
13
Un ragazzo davanti a una agenzia interinale, in una foto del 31 maggio 2010 a Pisa. Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) ad aprile e' salito al 29,5% con un aumento di 1,4 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,5 punti percentuali rispetto ad aprile 2009. Lo comunica l'Istat nella stima mensile provvisoria, sottolineando che si tratta del dato piu' elevato da quando esistono le serie storiche mensili,ovvero dal 2004. DBA/ FRANCO SILVI

La Sicilia si è confermata, anche nel 2017, maglia nera in Europa per numero di giovani di età compresa tra i 18 e i 24 anni  che non studiano e non lavorano. Il dato dei “Neet” è infatti del 39,6% ed è il peggiore dell’Europa continentale, seguito a ruota dal 38,6% della Campania. Fa peggio solo la Guyana francese con il 45,4%.

E’ quanto emerge dal “Regional Yearbook 2018” pubblicato da Eurostat. Fra le 11 regioni con il più alto tasso di neet in Europa, quattro sono del Mezzogiorno: oltre a Sicilia e Campania anche Puglia (36,4%) e Calabria (36%). Ciò certifica, secondo i dati di Eurostat, la drammatica situazione occupazionale in cui versano i giovani siciliani e del mezzogiorno.

(Redazione)