Grande partecipazione per il Master sui Grani Antichi Siciliani organizzato dalla Federazione Italiana Pizzaioli nel Mondo a Villabate

0
21
Master sui Grani Antichi Siciliani organizzato dalla Federazione Italiana Pizzaioli nel Mondo

Ieri a Villabate la FIP (Federazione Italiana Pizzaioli nel Mondo) in collaborazione con la GM Vending & Food ha organizzato il “Master sui Grani Antichi Siciliani” che ha coinvolto tanti pizzaioli. Oltre ai due delegati provinciali FIP Lorenzo Aiello e Domenico Sireci è intervenuto anche il responsabile della GM Vending & Food Gandolfo Mogavero che ha tenuto una lezione sui grani antichi siciliani spiegandone le proprietà e i benefici.

Questo master -afferma Gandolfo Mogavero responsabile di GM Vending & Food- così come tutti quelli fatti nelle scorse edizioni, è rivolto alla conoscenza delle materie prime del territorio e nello specifico del frumento attraverso il passaggio che va dalla raccolta alla trasformazione all’interno del mulino, nonché la creazione della materia prima in purezza relativamente ai grani duri siciliani sia moderni che antichi. L’obiettivo che ci siamo prefissati organizzando questo master è quello di formare il pizzaiolo e metterlo nelle condizioni di conoscere da dove arriva la materia prima, la geolocalizzazione dei campi e sviluppare un’attività sensoriale che serve a riconoscere cosa c’è dentro il sacco della farina o della semola che utilizza.

Grazie alla FIP (Federazione Italiana Pizzaioli nel Mondo)- continua Gandolfo Mogavero–  e alla partnership che ci lega da diversi anni abbiamo ottenuto grandi risultati specialmente nella praticità degli impasti, perché molta gente pensa che i grani antichi siciliani (Tumminia, Russello, Margherito, Senatore Cappelli) sono dei grani che in purezza non possono essere utilizzati e invece i nostri mastri pizzaioli Lorenzo Aiello e Domenico Sireci hanno dimostrato e continuano a dimostrare che gli impasti in purezza possono essere fatti ottenendo dei risultati straordinari (anche di 48 ore o addirittura 72 ore).

Utilizzare grani siciliani duri- conclude Gandolfo Mogavero– è consigliabile anche per una buona alimentazione poiché sono privi di micotossine ed erbicidi, poiché i nostri campi non vengono trattati con glifosati (come invece accade all’estero). I nostri grani vengono diserbati a volte anche a mano e vengono fuori da una lunga e attenta lavorazione che dura sette mesi nel campo. Mangiare sano per me significa mangiare tutto ciò che il nostro territorio e la nostra Sicilia producono.

Master sui Grani Antichi Siciliani organizzato dalla Federazione Italiana Pizzaioli nel Mondo

(Salvo Scaduto)