Elezioni amministrative. I risultati di Palermo: nove liste superano lo sbarramento. Consiglieri comunali e Presidenti di Circoscrizioni eletti

0
61
Leoluca Orlando, vincente al primo turno, diventa sindaco di Palermo per la quinta volta

Archiviato sin da subito l’esito per la corsa a sindaco, con Leoluca Orlando già dato abbondantemente sopra il 40% prima dagli exit poll e successivamente dalle primissime proiezioni che hanno confermato con il passare delle ore la schiacciante vittoria del “Professore” a primo turno, adesso c’è attesa per vedere la composizione del prossimo consiglio comunale.

Quando mancano i risultati di poco più di 50 sezioni il dato delle liste che superano il 5% e quindi eleggeranno i propri candidati in consiglio comunale è di nove liste che sono riuscite a superare lo sbarramento.

La prima lista, nonostante il risultato non esaltante del candidato sindaco Ugo Forello, è il “Movimento 5 Stelle” con oltre il 13%. I più votati fin ora che sicuramente entreranno in consiglio sono lo stesso Ugo Forello (4359 preferenze); Igor Gelarda (1379 preferenze) e Giulia Argiroffi (943 preferenze)

Quasi tutte le liste di Leoluca Orlando hanno superato lo sbarramento, infatti ad essere escluse dovrebbero essere solo “Alleanza per Palermo” e “Mosaico Palermo”. La lista che ha preso più voti del sindaco vincente è quella di area Pd e Alleanza Popolare denominata “Democratici e Popolari” con l’8,6% che eleggerà sicuramente Rosario Arcoleo (1113 preferenze); Dario Chinnici (1800 preferenze); Carlo Di Pisa (1163 preferenze); Giovanni Lo Cascio (1121 preferenze) e Francesco Scarpinato (2909 preferenze) Grande risultato anche della lista ” Movimento 139” con l’8,54% che eleggerà anch’essa tanti consiglieri tra cui: l’ex Presidente del Consiglio Totò Orlando (1019 preferenze); Paolo Caracausi (1039 preferenze); Fabrizio Ferrara (1344 preferenze) e Sandro Terrani (1203 preferenze).  Ottimo risultato anche per la lista “Uniti per Palermo” con il 7,6% che eleggerà sicuramente Giovanni Inzerillo (2768 preferenze); Caterina Meli (1992 preferenze) e Ottavio Zacco (2314 preferenze). Un’altra lista che supera abbondantemente la soglia di sbarramento è “Palermo 2022” con l’8,45% e tra i sicuri eletti ci sono Giulio Cusimano (1848 preferenze); Massimiliano Giaconia (1165 preferenze) Antonino Sala (972 preferenze). Anche “Sinistra Comune” elegge i suoi rappresentanti grazie al 6,83% con sicuri eletti l’assessore uscente Giusto Catania (1271 preferenze) e Caterina Orlando (1054 preferenze).

Solo tre le liste di Fabrizio Ferrandelli che superano la soglia di sbarramento, a partire dalla lista “Coraggiosi Palermo” con il 6 % che dovrebbe eleggere Claudio Violante (929 preferenze) e Cesare Mattaliano (735 preferenze). Un buon risultato ha ottenuto anche la lista “Per Palermo con Fabrizio” con il 7,5% dove ad essere eletti dovrebbero essere Marianna Caronia (3217 preferenze); Elio Ficarra (1027 preferenze) e Alessandro Anello (944 preferenze). A passare lo sbarramento è anche “Forza Italia” con 8,68 % che dovrebbe eleggere Giulio Tantillo (3147 preferenze); Sabrina Figuccia (2345 preferenze) e Roberta Cancilla (1350 preferenze).

Tutte le altre liste presenti non hanno raggiunto la soglia minima del 5% e quindi non eleggeranno consiglieri.

I presidenti di circoscrizione che dovrebbero essere eletti (mancano i risultati di poche sezioni) sono in Prima Circoscrizione Massimo Castiglia; in Seconda Circoscrizione Mario Greco; in Terza Circoscrizione Antonino Santangelo; in Quarta Circoscrizione Silvio Moncada; in Quinta Circoscrizione Fabio Teresi; in Sesta Circoscrizione Michele Maraventano; in Settima Circoscrizione Giuseppe Fiore e in Ottava Circoscrizione Marco Frasca Polara appartenenti tutti all’area Orlando.

(Salvo Scaduto)