Avvio col botto e tifosi ritrovati: verso l’avvento di un Palermo dei record

0
72

A poche ore dalla chiusura ufficiale della campagna abbonamenti per la stagione 2019/2020, il Palermo sembra avere conquistato un altro record, che per la serie D rappresenta un’assoluta novità: nonostante infatti non sia ancora possibile conoscere il numero preciso di abbonamenti sottoscritti, è quasi ufficiale la statistica che vedrebbe le tessere rosanero superare le 10.089 che, nel corso della stagione 2015/16, il Parma aveva consegnato nelle mani dei propri sostenitori. Gli ultimi aggiornamenti, in diretta dalla sede situata all’interno del mercato San Lorenzo, parlano di più di 10.300 abbonamenti ufficializzati, rendendo dunque ancora più evidente il numero di sostenitori sui quali potrà contare una compagine di serie D, numero reso già manifesto nelle prime tre uscite del campionato, durante le quali la squadra di Pergolizzi ha potuto contare su una quantità di tifosi che per una categoria dilettantistica rappresentano un fenomeno più unico che raro, come anche i giornali sportivi di tutto il mondo hanno potuto constatare e sottolineare.

Non è di certo passata inosservata, infatti, l’affluenza di pubblico palermitano che, nelle prime tre partite stagionali, ha letteralmente invaso il settore ospiti degli stadi di Marsala e Locri (quest’ultimo messo a disposizione dal comune proprio a causa dell’impossibilità dell’impianto del Roccella di ospitare il grande numero di supporters previsti), oltre a festeggiare il debutto casalingo della squadra, uscita vittoriosa dallo scontro con il San Tommaso, colorando gli spalti del Renzo Barbera con una folla variopinta e festosa, che a Palermo non si vedeva dai tempi in cui Miccoli e Pastore infiammavano le curve inseguendo quel sogno chiamato Champions. Il numero di spettatori che ha assistito al match contro la compagine avellinese rappresenta un altro record per la serie D: sono dunque già due gli straordinari risultati di cui il Palermo si è potuto fregiare, conseguiti entrambi grazie soprattutto a tutti i tifosi che, nel momento più buio nella storia della squadra, hanno saputo prendere per mano una città intera, tirare fuori l’orgoglio campanilistico della piazza, riscoprire quel senso di appartenenza e trasformarlo nel leitmotiv per riconquistare un pubblico che aveva vissuto gli ultimi anni nella delusione e nell’indifferenza.

Ed il Palermo questa spinta sembra averla sentita eccome: le prime tre partite hanno regalato solo gioie ai supporters rosanero ed all’ormai idolatrato presidente Dario Mirri, che ha di fatto concluso il periodo del calciomercato estivo con il dovuto ringraziamento ai nuovi beniamini della città dando il via libera per l’acquisto di Ferdinando Sforzini, attaccante dal glorioso passato nelle serie maggiori, giunto in Sicilia per svolgere il ruolo di vice-Ricciardo, oltre che per rinforzare ulteriormente una squadra che adesso sembra davvero avere tutte le carte in regola per conquistarsi sin da subito il titolo di outsider del campionato. Sono proprio mister Pergolizzi ed i calciatori stessi, però, a predicare la calma da parte dei tifosi più esaltati: la strada è ancora lunga, le squadre numerose e ciascuna di esse proverà ad estorcere punti al Palermo, ospite d’oro del girone I della serie D, alla quale dovrà abituarsi con le dovute faticate.

La prossima sfida vedrà i rosanero impegnati in casa contro il Marina di Ragusa, che fino a questo momento ha conquistato una vittoria, un pareggio ed una sconfitta. Per Pergolizzi ed i suoi uomini sarà la prima occasione per testare la squadra per la prima volta al completo, potendo usufruire anche di un importante rinforzo in attacco. Anche la squadra iblea giungerà sul campo della Favorita con la consapevolezza di stare vivendo la storia e sarà dunque più motivata ad esibire un atteggiamento battagliero, così come tutte le squadre che ci saranno da affrontare. Ma adesso il Palermo non ha più paura. Adesso il Palermo non è più solo. Adesso il Palermo sa che, anche domenica, potrà contare sul ruggito rosanero alle spalle, sulla bollente accoglienza di tutte le persone che si sono finalmente innamorate di nuovo. Comunque vada il campionato, qualunque siano i possibili esiti, il Palermo ha messo a segno il colpo di mercato più importante di tutti, riuscendo a tornare nel cuore di quell’immenso, gigantesco dodicesimo uomo che adesso non andrà più via tanto facilmente.