Anche Lercara Friddi diventa un comune “Plastic Free”

0
14
Luciano Marino, sindaco di Lercara Friddi

Il livello di inquinamento mondiale sta raggiungendo livelli ormai insostenibili e gli organismi internazionali stanno cercando di correre ai ripari con l’obiettivo di ridurre drasticamente l’utilizzo della plastica, responsabile dell’inquinamento dei mari che sta compromettendo l’esistenza di numerose specie marine. L’Unione Europea per cercare di ridurre le conseguenze dell’inquinamento ha imposto, nel giro di qualche anno, agli stati membri di eliminare l’utilizzo di sacchetti e stoviglie in plastica.

Anche l’Italia ovviamente ha recepito la direttiva vietando già dal 2018 l’utilizzo dei sacchetti in plastica e entro il 2021 l’utilizzo delle stoviglie usa e getta. Tanti comuni però stanno anticipando i tempi accelerando il processo di riduzione dell’utilizzo della plastica. Tra questi comuni c’è Lercara Friddi che dal 2020 diventerà “Plastic Free” grazie alla volontà dell’amministrazione guidata dal sindaco Luciano Marino, dell’assessore alle politiche territoriali Salvatore Rotolo, degli altri componenti della giunta e del consiglio comunale.

Luciano Marino sindaco di Lercara Friddi

Di seguito il comunicato integrale dell’amministrazione di Lercara Friddi:

Vogliamo una città più pulita e un ambiente salubre, per questo motivo abbiamo iniziato una vera e propria crociata contro la plastica. Con delibera di giunta N39 del 30/04/2019 abbiamo aderito al progetto “Plastic Free”. Seguendo la direttiva comunitaria che prevede dal 2020 la sostituzione dei sacchetti in politilene con quelli in materiale biodegradabile, includendo, tra l’altro specifiche disposizioni conformi alla cosiddetta “strategia della plastica” per ridurre in tutto il territorio UE l’utilizzo delle stoviglie in plastica monouso, per salvaguardare i nostri fiumi e i nostri mari.

Aderendo al progetto, che entrerà a regime dal 1 Gennaio 2020, le attività commerciali, artigianali e di somministrazione di alimenti e bevande, i privati, le associazioni e i comitati, dovranno esercitare la vendita ed il consumo di materiale monouso di tipo biodegradabile e/o compostabile. Tale delibera fa il paio con la manifestazione di interesse appena pubblicata per l’installazione di ecocompattatori per il conferimento premiante della plastica e dell’alluminio. Ad ogni conferimento, l’utente riceverà un buono sconto da spendere presso le attività commerciali aderenti per un importo tra i 5-10 cent a conferimento. Tuttavia la nostra lotta per un ambiente più pulito non si ferma qui, stiamo per cambiare tutti i punti luce degli edifici comunali (uffici e scuole) ma anche della illuminazione pubblica compresi gli impianti sportivi, convertendo le obsolete ed energivore lampade oggi in uso con quelle a led.

Abbiamo praticato questo sentiero sin dal primo giorno di amministrazione, tant’è che a luglio del 2018 abbiamo presentato tre progetti per l’effiicentamento delle scuole e di un edificio comunale. Tre progetti che prevedono la solarizzazione, l’isolamentio termico tramite la sostituzione degli infissi e l’adozione di un sistema a cappotto. Questo è stato possibile grazie al nostro ufficio tecnico che in tempi record ha preparato il tutto per aderire alla seconda finestra della misura 4.1.1  del PO FESR 2014/2020. Tale dedizione ha permesso di ricevere un finanziamento di quasi 3 milioni di euro.

(Salvo Scaduto)