Alla scoperta di Palermo. Rifugio Antiaereo Piazza Pretoria

0
25

Nella seconda metà degli anni 30 durante il regime fascista a Palermo vennero realizzati diversi rifugi antiaerei in diverse zone della città. Il più lussuoso di essi era sicuramente quello sotto Piazza Pretoria, soprannominato “rifugio a 5 stelle”, per la presenza di tre bagni, un rubinetto di acqua potabile e bocchettoni anti bombe a gas. Il rifugio aveva tre ingressi su Piazza Pretoria: due posizionati a fianco delle due statue dei leoni e un terzo dalla scalinata della fontana. Altri due accessi erano posizionati all’interno di Palazzo delle Aquile: il primo si trova dentro la portineria ed è utilizzato oggi per le visite guidate, il secondo è murato all’interno di una sala di un gruppo consiliare.

Da qualche anno, grazie ai due storici Samuel Romeo e Wil Rothier e alla loro associazione “Ro’n Ro Cult” è possibile visitare il rifugio antiaereo di Piazza Pretoria con una visita guidata in cui viene raccontata la Palermo dell’epoca e i bombardamenti che rasero al suolo circa il 42% della città. All’interno del rifugio sotterraneo sono inoltre presenti numerose foto dell’epoca utili a far comprendere al visitatore il dramma vissuto all’epoca dai palermitani.

Il rifugio antiaereo di Piazza Pretoria può essere visitato a cadenza periodica. Tutte le informazioni sulle visite sono disponibili sul gruppo Facebook Historia Palermo.

Foto a cura di Alessia Cirino.

(Salvo Scaduto)