Dopo la bruciante sconfitta a Parma il Palermo aveva due gare abbastanza abbordabili in casa con il Pescara e con la Cremonese per provare ad allungare sulle inseguitrici. Invece dai due incontri casalinghi sono arrivati due soli punti e due prestazioni tutt’altro che entusiasmanti. Le uniche due note positive sono state Pomini, sempre sicuro tra i pali e decisivo con il rigore parato con il Pescara e Coronado, in gol in entrambi gli incontri.

Sul banco degli imputati la maggior parte della squadra, su tutti Nestorovski apparso la brutta copia del bomber implacabile dell’andata, ma soprattutto mister Bruno Tedino che in questa fase decisiva del campionato sembra peccare di inesperienza e non trasmettere la giusta carica ai suoi. A sua parziale discolpa il mercato di riparazione pressoché inesistente che non solo non ha rinforzato la squadra ma l’ha addirittura indebolita poiché non sono arrivati i sostituti dei partenti.

Bruno Tedino,il tecnico del Palermo a rischio esonero dopo le ultime prestazioni dei rosanero

Dopo il deludente pareggio di ieri è tornato a farsi sentire il patron rosanero Maurizio Zamparini che ha dichiarato che di questo passo il Palermo rischia di buttare via la Serie A imputando questo calo all’inesperienza, con un chiaro riferimento a Tedino che se dovesse perdere, o addirittura non vincere, nel turno infrasettimanale contro il Cittadella, ed essere scavalcato dalle inseguitrici,rischierebbe l’esonero.

(Salvo Scaduto)

Articolo di Salvatore Scaduto