L’unica nota positiva della partita di ieri sera contro il Cittadella è stata quella di non aver perso grazie ad un’altra ottima prestazione del solito Pomini e a una buona dose di fortuna. Per il resto la serata di ieri non è certamente tra quelle da ricordare con totale mancanza di un’idea di gioco, quasi assenza di tiri in porta e una situazione di emergenza, tra infortuni e squalifiche, nella prossima sfida in casa contro l’Avellino in cui mancheranno per squalifica Jajalo e Gnahoré e per infortunio Dawidowicz e Nestorovski che si aggiungono a Bellusci , Rajkovic e Szyminski.

Ilja Nestorovski, uscito anzitempo a Cittadella per infortunio, rischia un lungo stop

A destare maggiori preoccupazioni sono le condizioni di Nestorovski uscito al 27′ del primo tempo e di cui si sospetta la lesione al bicipite femorale della gamba destra che se confermato costringerebbe l’attaccante macedone a un lungo stop. Piove sul bagnato quindi per Bruno Tedino che, sempre se non dovesse essere esonerato prima, arriverà alla gara di sabato contro l’Avellino in piena emergenza e senza il suo bomber.

Sabato ,inoltre, al Barbera sarà una gara decisiva per il Palermo, che ieri sera è scivolato al quarto posto e scavalcato da Frosinone e Parma, e se non dovesse arrivare la vittoria contro i campani, che in campionato manca ormai da oltre un mese, i tifosi rosanero quasi certamente dovrebbero rassegnarsi alla promozione diretta e prepararsi alla lotteria dei playoff.

(Salvo Scaduto)

Articolo di Salvatore Scaduto