La coalizione vincente di questa tornata elettorale in Sicilia è stata quella di centrodestra che dove si è presentata unita ha vinto in quasi tutti i comuni chiamati al voto. Al deludere il centrosinistra, ma ancor peggio ha fatto il Movimento 5 Stelle con risultati molto modesti rispetto all’exploit delle elezioni dello scorso 4 marzo.

A Catania, la città con più abitanti in cui si votava, è stato eletto al primo turno con oltre il 52% Salvo Pogliese espressione del centrodestra. A Trapani ad imporsi è stato Giacomo Tranchida, appoggiato dal centrosinistra, con un plebiscitario 70,68%. Si andrà invece al ballottaggio negli altri capoluoghi di provincia a cominciare da Messina dove ci sarà una lotta tutta interna al centrodestra tra Placido Bramanti e il deputato regionale Cateno De Luca. A Ragusa saranno contrapposti Giuseppe Cassì appoggiato da parte del centrodestra e Antonio Tringali del M5S, mentre a Siracusa al secondo turno andranno il candidato del centrodestra Ezechia Reale e Francesco Italia sostenuto da liste civiche.

Come detto flessione del Movimento 5 Stelle, anche se in alcune città rimane il primo partito, buon risultato di Forza Italia che ha trainato il centrodestra, male la Lega che aveva ottenuto sorprendenti consensi alle elezioni dello scorso 4 marzo. Rimane stabile rispetto alle ultime competizioni elettorali infine il centrosinistra.

(Redazione)

Articolo di Salvatore Scaduto