Una marea di gente che dal palco si percepiva da dove iniziasse ma non dove finisse, oltre quattro ore di grandissima musica in una cornice mozzafiato. Questo è molto altro è stato il concerto di Radio Italia a Palermo. Già dalle 8 del mattino tanti ragazzi erano ordinatamente in fila ai varchi per assicurarsi i posti più vicini al palco, sfidando il sole e le alte temperature che con il passare delle ore continuavano ad aumentare.

Dopo tanta attesa per le decine di migliaia di spettatori presenti, al tramonto è finalmente iniziato lo spettacolo con l’ingresso dell’imponente orchestra e dei conduttori Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu anche quest’anno presenti sull’enorme palco del Foro Italico per presentare la serata. E il primo ospite a salire sul palco è stato Ghali idolo delle giovani generazioni che ha aperto il concerto di Radio Italia con la hit Cara Italia e con i due nuovissimi pezzi I Love You, dedicata alla città di Palermo, e Turbococco. Subito dopo è stata la volta di Benji e Fede, anch’essi molto amati dai più giovani, che hanno mandato in estasi i tantissimi fan con UniversaleMoscow Mule e il nuovo singolo Dove e Quando. L’artista successiva a salire sul palco è stata Paola Turci cantando Viva da morireFatti bella per te e il pezzo sanremese L’ultimo ostacolo.

La fotogallery degli artisti che si sono esibiti al concerto

Dopo l’esibizione della prima terzina di artisti il Foro Italico è diventata una mega discoteca grazie a Takagi e Ketra e a Giusy Ferreri che con le loro hit estive Amore e capoeira e Jambo hanno fatto ballare davvero tutti. Poi a salire sul palco sono stati due grandi cantautori italiani: Fabrizio Moro che ha proposto i suoi successi Non mi avete fatto niente, Pensa/Portami via e Ho bisogno di credere e Nek che ha cantato La storia del mondo, Mi farò trovare pronto e Sei grande. A seguire Achille Lauro con 1969, C’est la vie e il pezzo presentato all’ultimo Festival di Sanremo Rolls Royce.

Poi è stata la volta dell’artista internazionale, Mika, che con la sua classe, la sua voce e la sua presenza scenica ha in un certo senso emulato i Queen e Freddie Mercury nel famoso concerto Live Aid del 1985 rubando letteralmente la scena a tutti. E lo ha fatto con la nuovissima Ice Cream e con i successi planetari Love Today e Stardust. L’artista successiva è stata Fiorella Mannoia grande voce della musica italiana che durante la sua esibizione ha regalato ai presenti tre grandi pezzi del suo repertorio: Il peso del coraggio, Come si cambia e Il senso. A sorpresa, visto che non era tra gli ospiti annunciati, è salito sul palco anche Rocco Hunt esibendosi in Benvenuti in Italy colonna sonora dell’Europeo Under 21 di calcio appena concluso.

L’ultima parte dello spettacolo è stata un crescendo a partire dalla band del momento, i The Giornalisti, che hanno fatto cantare tutti con New York, Felicità puttana e la nuovissima hit  Maradona y Pelè. Successivamente è stata la volta del trio Il Volo che con le loro voci hanno incantato tutti interpretando A chi mi dice, Musica che resta e Grande amore. 

Per il gran finale a salire sul palco sono stati due degli artisti più gettonati del panorama musicale italiano e cioè Irama che ha interpretato i suoi successi La ragazza con il cuore di latta, Nera e il nuovissimo singolo Arrogante e Mahmood che ha chiuso il concerto con Gioventù bruciata, Uramaki e con Soldi pezzo con cui ha trionfato all’ultima edizione del Festival di Sanremo.

Un concerto, quello organizzato da Radio Italia, davvero indimenticabile che ha regalato alla Sicilia e Palermo una notte di grandissima musica. Un’esperienza che i tanti spettatori presenti si augurano di rivivere negli anni a seguire.

(Salvo Scaduto)

 

Articolo di Salvatore Scaduto