Continua incessante l’attività della Polizia di Stato per il contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nel capoluogo, attraverso la predisposizione di mirati servizi di prevenzione e controllo del territorio. Nell’ambito di tali servizi, in tre distinte operazioni, sono stati tratti in arresto altrettanti giovanissimi spacciatori palermitani, P.C., di anni 18, L.F.P. di anni 24 e V.D. di anni 22.

Nel primo caso i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, ieri notte, intorno alle ore 03.30 transitando per largo Di Vittorio a Brancaccio, hanno notato a distanza due giovani, uno seduto su una sedia ed un altro poco distante,  che si guardavano attorno con fare circospetto. Gli agenti, a quel punto, hanno guadagnato un efficace punto di osservazione e, nascosta l’autovettura di servizio, si sono appostati in modo da controllare i movimenti dei due sospetti. Poco dopo è sopraggiunto un SUV e si è fermato davanti ai due giovani: è bastato quindi un veloce cenno d’intesa tra i due perchè  quello in piedi si recasse in una cabina in metallo poco distante da dove prelevava qualcosa che poi consegnava all’autista del Suv, dopo aver ricevuto da questi del denaro. Gli agenti hanno quindi deciso di intervenire, bloccando i due giovani; l’autista dell’autovettura riusciva invece a fuggire.

I due identificati per P.C. di anni 18 e T.G., di anni 17, sono stati perquisiti: addosso al maggiorenne sono stati rinvenuti due involucri in cellophane trasparente contenenti “Crack” e la somma di circa 50 euro; il minore aveva addosso invece 20 euro ed una bustina contenente Hashish. All’interno della cassetta in metallo, gli agenti hanno poi rinvenivano 14 involucri in cellophane con all’interno altro Crack. P.C. è stato pertanto tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed il minore denunciato per lo stesso reato.

Il secondo  arresto è invece maturato nell’ambito di servizi di osservazione predisposti nel quartiere Ballarò dai “Falchi” della sezione “Contrasto al crimine diffuso” della Squadra Mobile. Nel corso dei servizi gli agenti hanno notato, in diverse occasioni, L.F.P., palermitano di anni 24, cedere dosi di Hashish, in cambio di denaro, a diversi consumatori che giungevano a piedi nel quartiere per rifornirsi di stupefacente.

Fermato e sottoposto a perquisizione personale, il giovane è stato trovato in possesso della somma di 160 euro in banconote di piccolo taglio, evidente provento dell’illecita attività accertata dagli agenti. Ad effettuare il terzo arresto gli investigatori del Commissariato di P.S. “Portanuova”, nei pressi di piazza Turba: qui gli agenti, in servizio con veicoli e abiti civili, hanno notato due giovani stazionare nell’area interessata con fare guardingo; dopo pochi istanti sono stati raggiunti da un terzo individuo il quale, dopo un breve conciliabolo, ha estratto qualcosa dalla tasca dei pantaloni. Intuendo che stesse per compiersi uno scambio di stupefacente, gli agenti hanno deciso di intervenire. I due individui, acquirenti della sostanza, si sono allontanati repentinamente, mentre il giovane sopraggiunto in un secondo momento è stato bloccato ed identificato per V.D., 22enne palermitano.

Questi, nelle tasche dei pantaloni nascondeva 5 involucri di Hashish. Un ulteriore quantitativo di sostanza stupefacente dello stesso tipo è stato trovato dai poliziotti nel corso della successiva perquisizione effettuata presso il suo domicilio, poco distante. In particolare, sono state rinvenute 4 tavolette di Hashish, da circa 100 grammi cadauna, nascoste dentro alcune scarpe riposte all’interno di una scarpiera della stanza da letto.

(Redazione)

 

Articolo di Salvatore Scaduto