Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e di contrasto alla criminalità diffusa, realizzati dalla Polizia di Stato, ulteriormente intensificati in occasione del periodo estivo e del conseguente incremento del flusso turistico, soprattutto nel centro storico cittadino, gli agenti del Commissariato di P.S. “Politeama”, nei giorni scorsi, hanno dispiegato un imponente dispositivo di controllo nel popolare quartiere di “Borgo Vecchio”, nel cui ambito territoriale hanno effettuato posti di controllo e di osservazione, perquisizioni,  accertamenti investigativi e verifiche amministrative nei confronti di esercenti della zona.

E’ così che, in due diverse circostanze, sono giunti presso le abitazioni di due palermitani, T.G. e M.A., rispettivamente di 30 e 49 anni, arrestandoli per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il trentenne, in particolare, nascondeva all’interno della propria abitazione 600 grammi di hashish, 100 grammi di cocaina e 100 grammi di marijuana.

Al quarantanovenne, invece, sono stati sequestrati 48 panetti di hashish, per un peso di oltre 5 kg che, al dettaglio, avrebbero fruttato circa 20.000,00 euro.

Nel corso di ulteriori servizi di controllo, gli agenti, con l’ausilio di verificatori Enel, hanno accertato all’interno dell’abitazione di una donna di 48 anni la presenza di un allaccio abusivo alla rete elettrica. La donna è stata, quindi, deferita all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto di energia elettrica.

A far da “cornice” a tali attività di polizia giudiziaria anche una serie di controlli a persone e veicoli: sono state identificate, complessivamente, 50 persone e controllati 22 veicoli, 12 le sanzioni per violazioni del Codice della Strada riscontrate, due i documenti di guida sequestrati, 3 i sequestri amministrativi, 15 gli arrestati domiciliari controllati di cui uno non trovato in casa all’atto del controllo e successivamente rintracciato e quindi denunciato  per il reato di evasione dagli arresti domiciliari.

(Redazione)

Articolo di Salvatore Scaduto