La Polizia di Stato ha tratto in arresto, in flagranza di reato i bagheresi F.P 19enne,  F.G.P. 57enne, C.V. 59enne, tutti responsabili del delitto di rissa aggravata, e denunciato, per lo stesso reato, un 16enne. Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato di P.S. ”Bagheria” si sono recati in Corso Butera dove era stata segnalata una rissa in atto tra un gruppo di persone.

Al loro arrivo sul posto vi erano un centinaio di persone in strada che urlavano ed un gruppetto di altre quattro persone che si picchiavano violentemente. Con l’ausilio di altri colleghi, nel frattempo sopraggiunti,  hanno cercato con fatica di dividerli, nonostante i quattro individui, agitati e feriti, non curanti dell’arrivo della Polizia di Stato, continuassero a malmenarsi con calci, cazzotti e addirittura con l’uso di un tirapugni. Dopo essere riusciti a separare i contendenti, i poliziotti li hanno condotti presso il Commissariato di P.S. per delineare meglio i fatti e per identificarli compiutamente.

Gli ulteriori accertamenti hanno permesso di acclarare che i soggetti coinvolti nella rissa appartenevano a due gruppi familiari differenti, vicini di casa e che i motivi della rissa fossero riconducibili a pregressi banali dissapori tra le due famiglie; negli ultimi anni infatti vi erano stati diversi interventi delle Forze dell’Ordine presso i loro domicili per litigi, sempre determinati da futili motivi di vicinato.

I quattro soggetti sono stati affidati dagli agenti alle cure sanitarie e condotti presso il Pronto Soccorso di Bagheria, da cui sono stati dimessi con prognosi tra i 5 e gli 8 giorni per le lesioni riporatate nel coso della rissa. Alla luce di quanto acclarato F.P, F.G.P. e C.V. sono stati arrestati per il reato di rissa aggravata, mentre il minore, sempre per lo stesso delitto, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria minorile.

(Redazione)

Articolo di Salvatore Scaduto