La seconda tappa del Giro d’Italia in Sicilia si è  trasformata da festa in tragedia. Prima della partenza, infatti, un motociclista del servizio d’ordine è stato investito ed è stato trasferito in elicottero in gravissime condizioni al reparto di neurochirurgia dell’ospedale Sant’Elia a Caltanissetta con una vasta emorragia cerebrale e 12 costole rotte. All’arrivo alla struttura ospedaliera, però, non c’è stato nulla da fare con il decesso del motociclista.

L’auto che ha travolto il motociclista del servizio d’ordine

L’incidente è avvenuto prima dell’inizio della quinta tappa del Giro d’Italia con partenza da Agrigento. La vittima è un imprenditore di Sambuca di Sicilia di 48 anni che è stato investito da un automobilista settantenne che ha forzato uno sbarramento entrando con l’automobile in un’area interdetta al traffico e travolto il motociclista.

Il colpevole dell’incidente è stato fermato e portato in Questura e la procura di Agrigento ha aperto un’inchiesta.

(Redazione)

Articolo di Salvatore Scaduto